L’importanza della biodiversità

l-importanza-della-biodiversità-api-in-volo

Perchè è importante preservare la biodiversità?

In occasione della Giornata mondiale della biodiversità (International Day for Biological Diversity) che si celebra ogni anno il 22 maggio. Bioclè vuole proporre ai suoi lettori un invito alla riflessione sulle nostre mancanze nei confronti dell’ambiente e sulla possibilità per l’uomo di essere la molla di un profondo cambiamento. La Convenzione per la Diversità Biologica avvenuto il 22 maggio del 1992 è, come spiega il sito dell’ISPRA, l’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, 

“un trattato internazionale giuridicamente vincolante con tre principali obiettivi: conservazione della biodiversità, uso sostenibile della biodiversità, giusta ed equa ripartizione dei benefici derivanti dall’utilizzo delle risorse genetiche”.

Perchè è importante la biodiversità?

La biodiversità rafforza la produttività di un qualsiasi ecosistema (di un suolo agricolo, di una foresta, di un lago, e via dicendo). Infatti, è stato dimostrato che la perdita di biodiversità contribuisce all’insicurezza alimentare ed energetica. Inoltre, aumenta la vulnerabilità ai disastri naturali, come inondazioni o tempeste tropicali, diminuisce il livello della salute all’interno della società, riduce la disponibilità e la qualità delle risorse idriche e impoverisce le tradizioni culturali. La conservazione della biodiversità è fondamentale, poiché quest’ultima costituisce parte integrante del nostro capitale naturale (formato anche da aria, acqua e suolo). Capitale naturale e biodiversità stabilizzano e garantiscono il corretto funzionamento degli ecosistemi e dei servizi che quest’ultimi ci offrono, e da cui noi esseri umani dipendiamo: i servizi ecosistemici.

La biodiversità come “assicurazione” contro le crisi naturali

La biodiversità può essere dunque vista come la nostra “assicurazione” contro le crisi naturali. L’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile è un programma d’azione per le persone, il pianeta e la prosperità. Sottoscritto nel settembre 2015 dai governi dei 193 Paesi membri dell’ONU. L’avvio ufficiale degli Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile ha coinciso con l’inizio del 2016, guidando il mondo sulla strada da percorrere nell’arco dei prossimi 15 anni. I Paesi membri, infatti, si sono impegnati a raggiungerli entro il 2030 ed è importante che essi vengano raggiunti. Troppi disastri si intravedono all’orizzonte e noi, esseri umani, con intelligenza e altruismo, dobbiamo impegnarci per raggiungerli.

La biodiversità, oltre al valore per se, è importante anche perché è fonte per l’uomo di beni, risorse e servizi: i cosiddetti servizi ecosistemici. Essi, hanno un ruolo chiave nella costruzione dell’economia delle comunità umane e degli Stati. Ad esempio, la biodiversità vegetale, sia nelle piante coltivate sia selvatiche, costituisce la base dell’agricoltura che consente la produzione di cibo e contribuisce alla salute e alla nutrizione di tutta la popolazione mondiale.

Le nostre api stanno scomparendo: l’importanza della biodiversità

Oltre un terzo degli alimenti umani – dai frutti ai semi ai vegetali – verrebbe meno se non ci fossero gli impollinatori. Api, vespe, farfalle, mosche, ma anche uccelli e pipistrelli visitano i fiori, trasportano il polline delle antere maschili sullo stigma dell’organo femminile, dando luogo alla fertilizzazione. Ci sono 130 mila piante a cui le api sono essenziali per l’impollinazione.  Purtroppo, però, le api stanno subendo un declino drammatico in questi ultimi anni, per via della distruzione e degradazione degli habitat, dei trattamenti antiparassitari e dell’utilizzo di erbicidi in agricoltura. (Leggi il nostro articolo sull’ agricoltura sostenibile).

GIORNATA MONDIALE DELLE API

Ieri, 21 maggio, è stata la giornata mondiale delle api e ci teniamo a fare un piccolo focus anche sulle nostre amiche impollinatrici. Alcune ricerche in corso ipotizzano anche un’influenza delle onde elettromagnetiche, sempre più in aumento per via dei ripetitori di telefonia mobile. Pare che le radiazioni interferiscano con il sistema di orientamento degli insetti, impedendo loro di rintracciare la via dell’arnia e portandoli a disperdersi e morire altrove. Le risorse genetiche hanno consentito in passato il miglioramento delle specie coltivate e allevate e continueranno a svolgere in futuro questa loro funzione. Tale variabilità consentirà anche di ottenere nuove varietà vegetali da coltivare o animali da allevare e di adattarsi alle mutevoli condizioni climatiche e ambientali. La biodiversità, fornisce nutrimento (vegetali e animali), fibre per tessuti (cotone, lana, ecc.), materie prime per la produzione di energia (legno e minerali fossili) ed è la base per i medicinali. La perdita e l’impoverimento della biodiversità ha impatti pesanti sull’economia e sulle società, riducendo la disponibilità di risorse alimentari, energetiche e medicinali.

NOI ESSERI UMANI SIAMO IL PROBLEMA O LA SOLUZIONE ALLA BIODIVERSITà?

Il punto di attenzione è proprio questo: siamo o non siamo il problema. L’uso delle nuove tecnologie dovrebbe migliorare il benessere delle nostre vite, eppure lo sta distruggendo. Perchè abbiamo pensato, egoisticamente, di fare del bene solo e soltanto a noi esseri umani. Egoisti eh? Noi non siamo il problema se decidiamo di smettere di esserlo. L’uomo deve rimettere in ordine ciò che ha distrutto e lasciare spazio agli altri esseri viventi di lavorare. Il lavoro non nobilita soltanto l’uomo, ma anche i nostri piccoli insetti e animali. Biodiversità: bisogna ricordare quanto è importante per rendere il nostro mondo migliore e lasciar sopravvivere il regno animale e vegetale.

FONTE:
Perchè è importante la biodiversità?

Perché dobbiamo preservare la biodiversità?

Ecologia Giornata mondiale della biodiversità: siamo parte del problema, e della soluzione

FOTO di Marina Mongillo Creative Designer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.